4F Fine Feed For Fish Università dell'Insubria
Università degli Studi dell’Insubria (Varese)

Università degli Studi dell’Insubria (Varese)

Capofila del progetto 4F


Chi siamo

All’Unità di ricerca in Scienze e Tecnologie degli Animali - Dipartimento di Biotecnologie e Scienze della Vita (DBSV) siamo specializzati in studi multidisciplinari sull'acquacoltura, con un approccio fisiologico-zootecnico, molecolare, biotecnologico. La nostra attività è focalizzata sul benessere nutrizionale del pesce, sulla fisiopatologia, sulla nutrigenomica e sul controllo del microbiota intestinale.  Il Centro di Ricerca è dotato di un impianto pilota con dodici vasche in ricircolo, in grado di lavorare con acqua dolce o salmastra, acquari, un tunnel metabolico per i test di nuoto sul pesce, laboratori di analisi molecolari, microbiologiche, istologiche, analisi acque, analisi ematologiche. http://www4.uninsubria.it/on-line/home.html

La nostra esperienza

Abbiamo sviluppato la tecnologia dell'acquacoltura in effluenti a temperatura incrementata e le conoscenze sui fabbisogni vitaminici, sulla minimizzazione dell’impatto ambientale, sulla prevenzione delle patologie. Siamo stati pionieri nella tecnologia di ossigenazione con ossigeno liquido utilizzato oggi in Italia e in Europa. Vantiamo un’esperienza decennale nello studio di marcatori molecolari per conoscere nei pesci in allevamento il quadro fisiopatologico legato alle pressioni ambientali e alla dieta. Abbiamo esperienze di genomica funzionale, nutrigenomica, proteomica ed epigenetica e collaboriamo con numerosi allevamenti ittici italiani ed europei, in particolare con i più grandi allevamenti di trote.

Il coinvolgimento nella ricerca

Partecipiamo a tutte le ricerche e siamo leader in tre WP: nel WP 1 studiamo nuovi mangimi integrati con lisina, metionina, taurina e acidi grassi a catena corta; nel WP 2 testiamo nuovi mangimi in impianti pilota a base di farine di insetti, vegetali e avicoli, studiando le risposte fisiologiche, nutrigenomiche e del microbiota intestinale del pesce, sperimentando interventi nutraceutici correttivi; nel WP 3 confrontiamo i mangimi in uso con le nuove formulazioni messe a punto nel WP 2; nel WP 4 collaboriamo negli studi su sostenibilità e qualità del prodotto e nel WP 5 ci occupiamo delle disseminazione dei risultati e del loro trasferimento tecnologico alle imprese.

Il team

Marco Saroglia

Marco Saroglia

Professore Ordinario nell'area delle Scienze e Tecnologie Animali, già docente di Fisiologia degli Animali domestici, di Acquacoltura e di Biotecnologie Alieutiche.

Sono responsabile scientifico del progetto 4F. Coordino i gruppi di ricerca, i rapporti con gli stakeholder e sono responsabile delle attività di comunicazione e disseminazione dei risultati.

Genciana Terova

Genciana Terova

Professore Associato di Scienze e Tecnologie Animali

Sono responsabile scientifico del progetto per l’Università dell’ Insubria. Coordino le attività sperimentali, le analisi dei dati nutrigenomici, microbiologici e metagenomici relativi alla fisiologia nutrizionale dei pesci, al loro benessere e alle performance di crescita. Collaboro nelle attività di comunicazione per la disseminazione dei risultati.

Simona Rimoldi

Simona Rimoldi

Tecnico scientifico laureato con compiti di assistente di ricerca

Svolgo attività di ricerca nutrigenomica su varie specie ittiche quali spigola ed orata alimentate con diverse formulazioni di mangimi.

Chiara Ascione

Chiara Ascione

Dottoranda di ricerca sullo studio delle proteine animali per l’alimentazione del pesce

Mi occupo della preparazione dei campioni per l’estrazione di RNA e di DNA e delle analisi genomiche e metagenomiche.

Chiara Ceccotti

Chiara Ceccotti

Assegnista post-doc

Mi occupo del profilo aminoacidico delle materie prime utilizzate per i mangimi, utilizzando HPLC e GC-Massa. Eseguo analisi immunoistochimiche del tessuto intestinale e del plesso mienterico dei pesci.

Micaela Antonini

Micaela Antonini

Tecnico ricercatore

Gestisco il funzionamento e la sperimentazione negli acquari e sull’impianto pilota. Mi occupo di preparazione dei mangimi sperimentali, di analisi dell’acqua, del benessere animale nel corso della stabulazione e della sperimentazione, quindi di analisi microbiologiche ed istologiche.

Ronald W. Hardy

Ronald W. Hardy

Direttore dell'Istituto di Ricerca in Acquacoltura dell'Università dell’Idaho ad Hageman (USA)

Collaboro, in qualità di consulente, allo studio sull’adattamento negli ambienti italiani di un nuovo ceppo di trota, geneticamente selezionato presso l'Università dell’Idaho, per l’allevamento con diete esclusivamente vegetali, in totale assenza di farina e olio di pesce.

 

 

 

La nostra ricerca: 4F

Per l'impresa

Semaforo verde per l’impiego delle farine di insetto in acquacoltura

4F - avatar 4F Per l'impresa 25 Mag 2017

Dal primo luglio 2017 anche le farine di insetto potranno essere utilizzate nei mangimi in acquacoltura. Lo ha stabilito lo scorso 13... leggi

Per il consumatore

E tu sai che pesci pigliare?

4F - avatar 4F Per il consumatore 25 Apr 2017

Nuove diagnostiche basate sulla lettura del DNA per sconfiggere le frodi e diminuire l’uso degli antibiotici negli allevamenti di branzino, trota e... leggi

Per l’ambiente

Gli amici “invisibili” per il benessere dei pesci

4F - avatar 4F Per l’ambiente 23 Apr 2017

Lo studio del microbioma è uno dei nuovi e innovativi trend della ricerca italiana e internazionale. Parliamo di organismi invisibili all’occhio umano... leggi

logo ager acquacoltura

Ager - Agroalimentare e ricerca è un progetto di ricerca agroalimentare promosso e sostenuto da un gruppo di Fondazioni di origine bancaria.

Presso Fondazione Cariplo
Via Manin n. 23 - Milano
cf 00774480156

Sito Progetto Ager
http://www.progettoager.it/

Valentina Cairo
valentinacairo@fondazionecariplo.it
Tel +39 02 6239214

Riccardo Loberti
comunicazione@progettoager.it