SUSHIN SUstainable fiSH feeds INnovative ingredients - Università degli Studi di udine

EVENTO RIMANDATO - SARÀ DATA NUOVA COMUNICAZIONE SULLE DATE NON APPENA POSSIBILE

Il progetto Ager-2 Sushin insieme al Dipartimento di Scienze della Vita e dell’Ambiente (DiSVA) dell’Università Politecnica delle Marche, sono lieti di annunciare il 1° Corso di Spettroscopia Infrarossa che si terrà dal 20 al 21 Maggio 2020 (salvo impossibilità legata al prolungamento della situazione di emergenza) ad Ancona presso il Laboratorio di Spettroscopia Infrarossa del DiSVA, Ex Istituto di Biochimica - quota 150.

Ike Olivotto, Basilio Randazzo e Matteo Zarantoniello

La trota iridea o arcobaleno (Oncorhynchus mykiss) è stata introdotta in Italia intorno al 1880 quale specie ittica da acquacoltura per la sua rapidità di crescita e la spiccata capacità di adattamento a molteplici condizioni ambientali e di allevamento. Trattasi di una specie autoctona della costa Pacifica del Nord America che nel tempo si è poi diffusa in molti altri stati degli stessi Stati Uniti oltre che in Europa ed in altri continenti, inizialmente come specie molto ricercata per la pesca sportiva ed in seguito come pesce di largo consumo, grazie alla relativa facilità di allevamento e a carni delicate e molto apprezzate. Gli Stati Uniti producono circa 20.000 tonnellate di trota iridea all’anno e pertanto tale specie risulta di primario interesse per l’acquacoltura statunitense.

Come evento collaterale del festival "Tutti nello stesso piatto", tuttora in corso a Trento, questìanno sono state proposte tre cene a tema. Tra queste, il referente per la comunicazione del progetto SUSHIN, Emanuele Eccel (Fondazione Mach) è stato invitato il 29 novembre ad un incontro conviviale persso il ristorante Boivin di Levico Terme. Davanti ad un ricercato menu a base (inevitabilmente!) di pesce, si è parlato di come provvedere alla fornitura di mangime gli produzione ittica, considerando che gli alimenti derivati dal pesce si sono fatti via via meno disponibili e contemporaneamente molto più dispendiosi. Infatti, non tutte le diete sono ugualmente adatte per allevare pesci mantenendo la qualità desiderata per l'alimentazione umana, anche dal punto di vista nutrizionale.
Come annunciato da post del 23 settembre, anche nel 2019 il progetto Sushin ha avuto il suo bagno di folla alla Notte dei Ricercatori, manifestazione che si svolge in molte città d'Europa l'ultimo venerdì di settembre. Quest'anno i ricercatori Sushin erano presenti in due sedi: Ancona ("Sharper night") e Trento.
 
Ad Ancona Ike Olivotto e Matteo Zarantoniello hanno presentato il progetto al pubblico che per l'occasione riempiva le vie del centro, mentre a Trento l'appuntamento era al Museo delle Scienze (MUSE), dove le proposte sono state addirittura tre: uno "speed date" della scienza, con la partecipazione di Francesca Fava, un gioco ("La ricerca è tutta un quiz"), con Filippo Faccenda, e una "cena con il ricercatore" senior Fernando Lunelli, nella magica cornice del Palazzo delle Albere.
 
  
 
 
Come in tutte le città europee che ospiteranno questo evento, anche a Trento si svolgerà il 27 settembre la Notte dei Ricercatori, un appuntamento di divulgazione scientifica molto sentito in città, che attrae ogni anno alcune migliaia di visitatori. Quest'anno il progetto Sushin sarà presente con ben tre diverse sessioni: Speed date (Francesca Fava), un gioco a quiz dal titolo "La ricerca è tutta un quiz", tenuto da Filippo Faccenda, e una "cena con il ricercatore" Fernando Lunelli.
 
Il progetto viene presentato anche nel programma dell'evento generale: "L'acquacoltura è una ottima alternativa alla pesca per poter produrre pesce, un alimento nobile per la nutrizione umana, e salvaguardare l'ambiente marino. Tuttavia per produrre un pesce di alta qualità nutrizionale e basso impatto ambientale è necessario trovare ingredienti alternativi per i mangimi impiegati nell'allevamento delle specie ittiche più consumate in Europa e in Italia, quali trota, orata e branzino. Nell'ambito del progetto SUSHIN Ager 2 i ricercatori della FEM stanno sperimentando mangimi a base di ingredienti sostenibili, quali farine di insetto, prodotti della macellazione avicola, microalghe e specie invasive di crostacei e i risultati di questa ricerca produrranno informazioni sulla tollerabilità, performance e impatto ambientale dei nuovi mangimi sostenibili."

La nostra ricerca: Sushin

logo ager acquacoltura

Ager - Agroalimentare e ricerca è un progetto di ricerca agroalimentare promosso e sostenuto da un gruppo di Fondazioni di origine bancaria.

Presso Fondazione Cariplo
Via Manin n. 23 - Milano
cf 00774480156

Sito Progetto Ager
http://www.progettoager.it/

Valentina Cairo
valentinacairo@fondazionecariplo.it
Tel +39 02 6239214

Riccardo Loberti
comunicazione@progettoager.it